Eccolo!!!

Eccolo… il terzo libro di Tiziana Nigro… Il chiasso del silenzio

Il chiasso del silenzio Tiziana Nigro
Il chiasso del silenzio Tiziana Nigro

 

Il chiasso del silenzio”, di Tiziana Nigro, è un romanzo che parla delle paure, delle insicurezze dell’uomo, della sua ricerca di se stesso: nessuno si conosce fino in fondo e, soprattutto, non da subito: le esperienze aiutano in questa ricerca, della quale si conosce l’inizio ma non la fine.

Il titolo-ossimoro è quanto mai significativo: questa giustapposizione di parole tra loro inconciliabili sembra preannunciare la dimensione conflittuale tra l’apparenza e la realtà, tra ciò che si pensa di essere e ciò che realmente si è.

Andrea è una ragazza, conduce un programma in radio. Sta per sposarsi e si rende conto, man mano che la data del matrimonio si avvicina, di non sapere più chi sia e cosa voglia.

Ogni mattina si sveglia con l’angoscia per questo matrimonio che una parte di lei vorrebbe, perché così esige la cosiddetta “normalità”: in fondo è ciò che chiede il cerchio della vita: nascere, vivere, procreare, per poi un giorno lasciare, dopo la morte, un segno del proprio passaggio.

Però ogni volta che vede Alfredo, l’uomo che sta per sposare, sente un nodo alla gola e vorrebbe gridare, spiegare ciò che non va.

Non è facile. Vorrebbe riuscire a sentirsi felice per quello che sta succedendo, ma una parte di sé si ribella.

Poi le corse, il vestito, la sala, gli invitati, e lei che vuole scappare sempre di più, e quell’uomo che è così orgoglioso di averla accanto…

Andrea si sente come un condannato a morte che conta quanto tempo manca alla fine e non sa se fremere perché quel momento arrivi presto, o se temere che arrivi.

Un giorno telefonano dall’ospedale: il nonno Giovanni vuole vedere Andrea e la madre Giulia. Lo trovano seduto, a suonare il suo violino.

Arriva il futuro sposo. Il nonno si rende conto che c’è qualcosa che non va nel rapporto tra i due, che qualche aspetto di Alfredo infastidisce Andrea.

Rimasta sola col nonno, Andrea ammette di avere dubbi sul matrimonio. Giovanni decide di raccontare alla nipote la vera storia della sua vita e dei suoi amori, quella che non ha mai raccontato a nessuno. Sta morendo. Ha rimpianti chiusi nell’anima. Prima di andarsene, vorrebbe che la nipote conoscesse tutta la verità: data fondamentale, il 2 Marzo del ’44, giorno della terribile strage ferroviaria di Balvano, di cui Giovanni è un superstite.

Le rivelazioni del nonno colpiranno tanto Andrea da spingerla a prendersi del tempo per riflettere, e a compiere un viaggio, durante il quale capirà se stessa, farà degli incontri decisivi, acquisterà consapevolezza di ciò che è bene fare del suo futuro.

La Nigro, con una prosa snella e coinvolgente, porta il lettore a prendere coscienza di quanto, per scoprire se stessi, sia importante ascoltare e cercare di capire gli altri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scrittrice & speaker


This site is using the Seo Wizard Wordpress plugin created by Seo Uk